Beni Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per il Polo Museale della città di Roma

Ritratto di papa Benedetto XIII

Bartolomeo Mazzuoli, Benedetto XIII - Benedict XIII
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Scultura in terracotta
Città
Roma
Luogo di conservazione
Museo Nazionale del Palazzo di Venezia
Luogo di collocazione
Sala 26
Inventario
PV 00980
Materia e tecnica
Terracotta/ pittura
Autore
Mazzuoli Giuseppe (1644-1725)
Datazione
1724
Dimensioni
cm 41x33
Provenienza
Ugo Jandolo (1919)
Copyright immagine
SSPSAE e per il Polo Museale della città di Roma

Descrizione breve

In previsione del Giubileo del 1725, papa Benedetto XIII (1724-1730) incaricò l'architetto Filippo Raguzzini (1680-1771) di restaurare il tetto della basilica di Santa Maria Maggiore; in segno di ringraziamento, i canonici fecero scolpire un busto del pontefice che venne posto entro una nicchia ovale nella sacrestia, e in seguito ricollocato sulla parete destra del battistero ove ancora oggi si ammira. Di questo marmo si conserva la bella terracotta preparatoria entrata nelle collezioni del Museo di Palazzo Venezia nel 1919: sin dai primi studi di Federico Hermanin (1929-1930; 1948), entrambe le opere sono state assegnate a Pietro Bracci (1700-1773) ed anche Santangelo (1954) ne ha confermato l'attribuzione proponendo una datazione precoce, anteriore al 1724. Lo studioso giustifica tale cronologia sulla base della mancata segnalazione della commissione nel dettagliato Diario dello scultore, la cui stesura ebbe inizio a partire dal 1725. In numerosi interventi successivi la critica ha concordemente ribadito la paternità di Bracci e, solo di recente, Montagu (2002) ha espresso forti perplessità sottolineando come tale attribuzione non fosse sostenuta da alcuna evidenza documentaria. Nel 2008, in occasione della mostra The Color of Life, si è potuto assegnare il busto in esame a Bartolomeo Mazzuoli, sulla base di un documento rinvenuto da Michael Erwee ma non ancora reso noto. Merita infine una riflessione la nuova attribuzione a Bartolomeo Mazzuoli, nipote del più famoso Giuseppe (1644-1725) e attivo nell'industriosa bottega senese del padre Giovanni Battista. La collaborazione tra i vari membri della famiglia è attestata da numerose prove e lo scambio di modelli fra le botteghe era pratica piuttosto consueta: Bartolomeo, pur essendo un artista di buona formazione, non dimostra nelle prove ad ora conosciute una capacità interpretativa particolarmente raffinata e talvolta anche la tecnica di lavorazione risente di una certa rigidezza. Non conoscendo il testo del documento rinvenuto da Erwee non è possibile farsi un'idea più compiuta, ma sembra plausibile ipotizzare che Bartolomeo anche per la redazione del busto marmoreo di Santa Maria Maggiore possa aver fatto affidamento su un modello eseguito dallo zio Giuseppe negli ultimi mesi della sua vita, ed è dunque a quest'ultimo a cui si può attribuire la terracotta di Palazzo Venezia.  

Cristiano Giometti 

Bibliografia

F. Hermanin, Due busti di Pietro Bracci, Dedalo, 1 (1929-1930), pp. 254-262; A. Riccoboni, Roma nell'arte. La scultura nell'evo moderno dal Quattrocento ad oggi, Roma 1942, p. 299; F. Hermanin, Il Palazzo di Venezia, Roma 1948, p. 282; A. Santangelo (a cura di), Museo di Palazzo Venezia. Catalogo delle sculture, Roma 1954, p. 79;A. Santangelo, 100.Busto di Benedetto XIII, in Il Settecento a Roma, catalogo della mostra, Roma 1959, p. 68 cat. 100; A. Radcliffe in A. Radcliffe, M. Baker, M. Maek-Gérard, The Thyssen Bornemisza Collection: Renaissance and Later Sculpture, with Works of Art in Bronze, Milano 1992, pp. 138-141, n. 19; B. Boucher, Italian Baroque Sculpture, London 1998, p. 78;  Bust of Pope Benedict XIII, in B. Boucher (a cura di), Earth and Fire. Italian Terracotta Sculpture from Donatello to Canova, catalogo della mostra, London and New Haven 2001, pp. 238-241, n. 65; J. Montagu, Houston and London: Earth and Fire, "Burlington Magazine", 144 (2002), pp. 385-387; Sotheby's London, European Sculpture & Works of Art 900-1900, Auction catalogue, December 2002, pp. 102-103, lot. n. 129; E. D. Schmidt, in R. Panzanelli, E. D. Schmidt e K. Lapatin (a cura di), Tha Colour of Life. Polycromy in Sculpture from Antiquity to the Present, catalogo della mostra, Los Angeles 2008, pp. 104-107

Vai alla ricerca
Mibac Minerva Europe Museo & Web

Ministero dei Beni e delle Attività Culturali
Via del Collegio Romano, 27
00186 Roma, Italia
tel. 39 06 67231
www.beniculturali.it

© Tutti i diritti riservati

Polo Museale del Lazio
Piazza San Marco, 49
00186 Roma, Italia
Tel. 06 69994251  -  06 69994342
e-mail: pm-laz@beniculturali.it
PEC: mbac-pm-laz@mailcert.beniculturali.it

Museo Nazionale del Palazzo di Venezia
Piazza Venezia, 3
00186 Roma, Italia
tel. 39 0669994284
e-mail: pm-laz@beniculturali.it  

 

 

  Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!

Copyright 2005 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Disclaimer

pagina creata il 15/01/2009, ultima modifica 15/11/2010