Beni Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per il Polo Museale della città di Roma

Madonna d'Acuto

Maestro laziale, Madonna d'Acuto

Manifattura romano-laziale (?)
Madonna col Bambino
Fine XII - inizi XIII sec.
Legno di faggio, policromo, 109x37x18 cm
Inv. 6964
Provenienza: Santa Maria in Acuto, Fiuggi (1920)

Questa preziosa scultura lignea è conosciuta come la Madonna d'Acuto, dal luogo del suo ritrovamento nelle vicinanze di Fiuggi. Si tratta probabilmente di un reliquiario che, ancora oggi, è considerato uno dei migliori e rari esempi di scultura romanica prodotta nel territorio laziale. Infatti i volumi solidi e compatti delle figure prevalgono sulla evidente origine bizantina dell'opera, costruita ancora in senso nettamente bidimensionale e con una impostazione frontale e rigida. Un lieve cenno di movimento si trova nel gesto benedicente del Bambino sostenuto dalla Vergine in trono: entrambe le figure sono state impreziosite con delle finte pietre realizzate in vetro e applicate su lamine metalliche. Quattro pietre autentiche (due turchesi, un lapislazzuli e un piccolo smeraldo), invece, sono stati incastonati nel fermaglio sul petto della Vergine.

Mibac Minerva Europe Museo & Web

Ministero della Cultura
Via del Collegio Romano, 27
00186 Roma, Italia
tel. 39 06 67231
www.beniculturali.it

© Tutti i diritti riservati

 

Museo Nazionale del Palazzo di Venezia
Piazza Venezia, 3
00186 Roma, Italia
tel. 39 0669994211
e-mail: vi-ve@beniculturali.it  



 

 

 

 

Copyright 20021 Ministero della Cultura - Disclaimer

pagina creata il 21/01/2009, ultima modifica 19/05/2009