Beni Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per il Polo Museale della città di Roma

Maratta - Cleopatra

PV.873.carlo maratta.cleopatra

Carlo Maratta
(Camerano, Ancona 1625 - Roma 1713)
Cleopatra
1693-95
Olio su tela, cm 162x113
Inv. 873
Provenienza: collezione Ruffo di Motta Bagnara (1919)

Il dipinto doveva far parte di un ciclo raffigurante donne illustri a simboleggiare le virtù femminili commissionato dal banchiere spoletino Francesco Montioni. Il ciclo non venne mai completato e la tela con Cleopatra venne donata nel 1747 a Tommaso Ruffo dal cardinale Troiano Acquaviva.
L'opera di Maratta, principe dell'Accademia di San Luca nel 1664, ebbe un largo successo ispirando numerose copie e disegni.
La regina egiziana, nelle cui vesti si cela la figlia dell'artista, Faustina, spesso utilizzata come modella, indossa abiti settecenteschi e nella mano sinistra tiene una perla che sta per lasciar cadere in una coppa d'aceto. Il gesto rimanda all'aneddoto riportato da Plinio il Vecchio nella Naturalis Historia (IX, 118-121), secondo il quale Cleopatra utilizzò tale escamotage per dimostrare a Marcantonio la sua indifferenza al lusso.

Mibac Minerva Europe Museo & Web

Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
Via del Collegio Romano, 27
00186 Roma, Italia
tel. 39 06 67231
www.beniculturali.it

© Tutti i diritti riservati

Polo Museale del Lazio
Piazza San Marco, 49
00186 Roma, Italia
Tel. 06 69994251  -  06 69994342
e-mail: pm-laz@beniculturali.it
PEC: mbac-pm-laz@mailcert.beniculturali.it

Museo Nazionale del Palazzo di Venezia
Via del Plebiscito, 118
00186 Roma, Italia
tel. 39 0669994284
e-mail: pm-laz@beniculturali.it  

 

 

  Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!

Copyright 2005 Ministero per I beni e le attività culturali - Disclaimer

pagina creata il 21/01/2009, ultima modifica 19/05/2009